Salvatore Di Maria conquista il titolo di Campione d’Italia.

Più di duemila anni fa Marco Tullio Cicerone diceva: “Per chi aspira al primo posto non è indecoroso fermarsi al secondo o al terzo”. Non so Cicerone, oltre ad essere un filosofo, si dilettasse anche come oracolo, di certo la frase sopracitata si abbina perfettamente alla storia del Centauromenium, motoclub di Taormina presieduto dal valguarnerese Salvatore Di Maria, e della sua partecipazione al Campionato Nazionale Turismo, almeno per il risultato finale.

Lo svolgimento della stagione ha visto, per rimanere in tema, uno scontro tra Davide e Golia, solo che al contrario nel racconto biblico nel nostro caso è Golia ad avere avuto la meglio.

Il Campionato si chiude con il Motoclub Alba campione a pieno titolo con la sorpresa Centauromenium al secondo posto. Troppo grande la differenza tra i due club, il campione storicamente consolidato nell’ambito del Mototurismo, con un’esperienza ed un organizzazione che hanno sovrastato (anche se solo all’ultima gara) il Motoclub del Presidente Di Maria.

La Passione non è bastata a portare il Motoclub sul gradino più alto del podio, ma i piazzamenti individuali:

Conduttori:
– Di Maria Salvatore 1° classificato;
– Fabbri Gustavo 2° Classificato;
– Ricca Vito 4° Classificato;
– Panebianco Arcangelo 6° Classificato;

Conduttrici:
– Raneri Alessandra 3° Classificata;
– Mezzasalma Giovanna 5° Classificata;
– Lamberto Carmela 10° Classificata

Passeggeri:
– Bella Graziana 3° Classificata;
– Di Maria Loris 5° Classificato;

hanno dimostrato che il Motoclub ha impegnato il massimo sforzo nel cercare di conseguire il massimo risultato. Rimane la soddisfazione (non da poco) dei piazzamenti individuali di Motociclisti che si apprestavano per la prima volta ad impegnarsi in questo ti po di competizione. A tal proposito il Presidente Di Maria: “ Non ci sono parole per descrivere le soddisfazioni che i miei tesserati mi hanno regalato, ho sempre inteso il Motoclub come una naturale espansione della mia famiglia, i rapporti che si costruiscono sono basati sulla fiducia, sulla stima e sulla condivisione è così è stato. La mia famiglia del Centauromenium, mi ha seguito quando ho iniziato il sogno, spronato quando pensavo di abbandonare e gratificato e sostenuto quando ho pensato di dimettermi dalla carica di Presidente, quello che abbiamo vissuto in questo anno dimostra che siamo sulla strada giusta e che il futuro regalerà a noi e al mototurismo in genere tante altre annate entusiasmanti”

Infatti la pausa autunnale sarà l’occasione per mettere in piedi il nuovo organigramma del Motoclub, una sorta di Comitato Tecnico, atto a studiare la programmazione annuale e soprattutto quella relativa allo sviluppo del Motoclub nei prossimi anni, stilando calendari turistici ed eventi di natura sociale, che da sempre sono state un fiore all’occhiello per il Motoclub, ma prerogativa di tutto il movimento. E studiando le strategie sociali che portino ad una crescita programmata e sostenibile delle attività e dei tesserati.

Disse Confucio: “Studia il passato se vuoi prevedere il futuro”