Successo riconfermato per la Passione di Cristo

Una folla formata da qualche migliaio di persone, domenica sera ha seguito “La Passione di Cristo”, messa in scena dall’associazione Big Aretè- Creare Arte, presieduta da Natascia Vicari. Le varie location in cui sono state recitati da un centinaio di attori i momenti salienti della vita di Gesù Cristo, erano assiepate di gente. Piazza Garibaldi, piazza San Giuseppe e piazza colonnello Tuttobene, i luoghi dove è stato possibile assistere alle principali scene e dove sono state allestite delle splendide scenografie. Il risultato, frutto di un lavoro durato diverse settimane, grazie all’encomiabile impegno di Natascia Vicari, Nino Presti, Marisa Albani, Angela D’alia e tutti gli altri membri dello staff di Big Aretè, è stato baciato dal successo della critica. Tanti i giovani impegnati in questa kermesse, a dimostrazione che, se saputi coinvolgere, ragazzi e ragazze danno il meglio di se. Il comune di Valguarnera ha patrocinato l’evento ed ha anche giustamente inserito il progetto sociale di inserimento minori, che ha permesso di trasformare in “provini attori”, alcuni ragazzi seguiti dai servizi sociali municipali. Tutti bravi gli attori che hanno recitato La Passione di Cristo che come principali interpreti ha avuto in Gesù: Marco Prato; Maria: Sara Gangi; Sposi: Angelo Carnevale e Chiara Gristina; Adultera: Roberta Furnari. Tra gli apostoli Pietro: Gianmarco Lombardo, Giovanni: Antonio Santamaria, Giuda: Lorenzo Stazzone. La Tentazione: Manuela Lauria e Vincenzo Piazza. Caifa: Alex Tumino; Erode: Pietro Accorso; Erodiade: Desanka La Vaccara; Salomè: Fabiola Presti; Pilato: Michele Inserra; Claudia: Sonia Bonaventura; Capo dei centurioni: Luigi Castoro; Ladroni: Mirko Russo e Eugenio Oglialoro; Cristofero Bevilacqua la voce narrante. La riuscita dell’evento è stata possibile anche grazie alla sinergia con la Chiesa valguarnerese e varie associazioni e ditte cittadine.

Arcangelo Santamaria