Atletica. I Risultati dell’11 edizione del Golden Jump. (Le foto all’interno)

Il podio dei 60 piani

Anche l’11ªedizione del Golden Jump, è stata prolifica di tempi e misure (ben 5) , che si vanno a posizionare in testa alle graduatorie stagionali italiane outdoor di atletica leggera. Il miglior risultato tecnico di questo tradizionale meeting di salti e velocità svoltosi a Valguarnera, organizzato dalla Pro Sport 85 del presidente, Filippo Giarrizzo, è arrivato da un atleta della categoria Ragazzi; Salvatore Calabrese dell’Amatori Regalbuto che si va a piazzare in testa alle graduatorie italiane 2012 in due specialità. Nel Salto in Lungo, Calabrese ha realizzato un eccezionale 5,41 (la migliore prestazione stagionale italiana era 5,26) ed ha preceduto il siracusano delle Selene Siracusa Lorenzo Moscuzza, atterrato pure lui ad un eccellente 5,04, e Giuseppe Giarrizzo della Pro Sport 85, terzo con 4,24. Lo stesso Calabrese si è ripetuto nei 60 piani, vinti con 7″99 in finale, ma siglando la migliore prestazione stagionale italiana con 7″87 in batteria. Al secondo posto in questa gare ancora Moscuzza con 8″35 (8″34 in batteria) e terzo Gianmarco Lombardo della Pro Sport 85 in 8″88. Un’altra migliore prestazione stagionale italiana è stata realizzata dal catanese dello Sport Club, Andrea Spezzi nei 60 piani. Spezzi, dopo una batteria corsa al risparmio in 7″13 si è scatenato in finale scendendo sotto i 7″ e realizzando un probante 6″93. Alle sue spalle un talento emergente del Cus Catania, Federico Ragunì che ha corso sia la batteria (7″04) che la finale (7″06) su tempi di assoluto livello. Terzo in questa gara dagli alti contenuti tecnici e spettacolari Marco Agatino (Libertas CT) con 7″17. Altre prestazioni che si vanno a posizionare in testa alle graduatorie italiane dell’anno sono quella siglata da Alessandra Cannavò nei 60 piani e da Maria Concetta Manna nei 60 ostacoli. La Cannavò che veste i colori della Gioadventures Game CT ha battuto, dopo uno spalla a spalla appassionante, col tempo di 7″95, la campionessa regionale 2011 dei 100, Silvia Saraceno della Diana SR che ha segnato il crono di 8″01. La Manna della Pro Sport 85 Valguarnera, nei 60 ostacoli ha dominato il campo in 9″04, tempo che rappresenta anche il primato personale della neo campionessa regionale di eptathlon. Al secondo posto Alessandra Cannavò in 9″33 e terza Stefania Spitale della Asd Catania 2000 in 9″77. Altri buoni risultati del Golden Jump sono venuti dal Lungo Femminile Assoluti dove la siracusana Mary Valvo tesserata quest’anno per la Asd Catania 2000 ha piazzato un 5,57 di buon auspicio per il prosieguo della stagione. Al secondo posto in questa gara ancora la Manna con 5,17 e terza Margherita Sampognaro della Asd Catania 2000 con 4,76. Interessante anche la prova dell’ennese Gaetano Gioveni della Pro Sport 85 che nei 60 piani Cadetti ha realizzato un buon 7″92 in batteria e 7″97 in finale. Secondo in questa gara Giorgio Agnello della Trinacria Sport Solarino (8″09 in batteria e 8″10 in finale). Infine il vice campione italiano cadetti 2011 del Lungo Filippo Randazzo della Pro Sport 85, pur non essendo in perfetta forma a causa i postumi di un infortunio muscolare, ha effettuato un test di efficienza con una rincorsa dimezzata e si è aggiudicata la gara di Lungo Assoluti Maschile. L’atleta di San Cono transitato quest’anno nella categoria Allievi con un 6,20 realizzato senza forzare ha vinto agevolmente la gara. Adesso Randazzo ha tutto il mese per riprendere lo stato di forma che gli aveva consentito di arrivare 7° agli Italiani Indoor nel Triplo e puntare dritto ai 6,80 -7,00 metri nel Lungo e ai 14,50 nel Triplo ai prossimi Giochi delle Isole.

Arcangelo Santamaria

arrivo 60 femminiliCalabrese nel LungoMary Valvo nel LungoSpezzi e Raguni nei 60Manna nei 60 hsSalvatore Calabrese