L’assessore Trovato si ritiene soddisfatto dell’Estate Valguarnerese.

Alfonso TrovatoValguarnera – Dalla data del suo insediamento e sino alla conclusione dello scorso 30 agosto, per l’assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo, Alfonso Trovato, è stato un “tour de force” per fare fronte all’organizzazione dell’ Estate Valguarnerese 2015. Ma alla fine, il neo amministratore, si ritiene “soddisfatto” per la riuscita di tutti gli eventi in programma e dice: <<Sono grato al sindaco per la fiducia che ha riposto in me e per il contributo (anche di idee) che ha dato. Un grazie va alla Giunta, a tutto il consiglio comunale e alla commissione preposta. E’ stato un mese e mezzo intenso e ringrazio il prefetto di Enna, il vescovo di Piazza Armerina e il parroco della chiesa Madre, per averci onorato della loro presenza. Così come la nostra polizia municipale ed i carabinieri per il servizio reso>>. Alfonso Trovato non vuole dimenticare nessuno e aggiunge: <<Grazie a tutti i capi settore e dipendenti comunali e alle squadre tecniche guidate da Massimo Di Marco ed Enrico Platania>>. Come sempre nella riuscita dell’ “Estate Valguarnerese”, è stato fondamentale l’impegno di tutte le associazioni cittadine. <<Non finirò mai- afferma l’assessore Trovato- di essere grato a tutti i sodalizi che hanno organizzato i vari eventi, mettendo in mostra una capacità e delle qualità che faremo in modo di tutelare e aiutare a crescere. Grazie anche alla Regione Siciliana e all’impegno del consigliere comunale Fabio Arena, per il contributo elargito per il “Summer Fest” >>. Autentica sorpresa sono stati i giochi pirotecnici della mezzanotte del 25 agosto, ai quali non si assisteva da anni. <<Lo spettacolo è stato possibile- dice Alfonso Trovato- grazie al contributo di un sponsor privato (una ditta di manutenzione del verde), che ha aperto una strada importante (quella del sostegno di privati per eventi pubblici), che cercheremo di attenzionare>>. L’assessore è felice anche per la vicinanza della cittadinanza e conclude:<<Un grazie a tutta la collettività per la fattiva partecipazione. Dal prossimo anno, avendo più tempo a disposizione, sarà nostro dovere migliorare nell’organizzazione per dare a tutti quei momenti di svago che ci permettono di vivere in armonia e sfuggire dai problemi quotidiani>>.

Arcangelo Santamaria