Valguarnera apre le porte dei suoi musei.

VALGUARNERA- Valguarnera mette in mostra i suoi musei, presentando il proprio biglietto da visita ad una delegazione di giovani rumeni e dei membri del consiglio direttivo della Federazione Europea dei Club e Centri per l’Unesco. Il prossimo 10 marzo, a fare da padrone di casa, sarà l’Associazione Valguareneresi nel Mondo che con Paolo Totò Bellone, responsabile dei musei di Valguarnera e della sezione giovani del club per l’Unesco, aprirà le porte della Casa Museo Caripa e del museo Etno Antropologico di Palazzo Prato. Una occasione ghiotta per Valguarnera, visto che dal 10 al 13 marzo, si terrà l’VIII Conferenza Internazionale “Giovani e Musei”, nell’ambito dello scambio bilaterale tra la Federazione italiana (Ficlu) e la federazione rumena (Fraccu) dei club e centri per l’Unesco. <<Per Valguarnera è un evento importante. Ciò dimostra- dice Paolo Totò Bellone- che il nostro impegno nella tutela e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, portato avanti dalla nostra associazione in questi anni, sotto le direttive del Club per L’Unesco di Enna, sta dando i suoi frutti>>. A dimostraizone di quanto sostiene, Bellone, aggiunge:<< Nel 2104 la Casa Museo Caripa, ha preso parte al Terzo Forum Internazioanle delle Ong dell’Unesco, tenutosi in Bulgaria, e nel 2015 c’è stata la presenza di entrambi i nostri muesi all’Expo di Milano nella suggestiva “Piazzetta Sicilia”>>. Giovedì 10 marzo, oltre a Paolo Totò Bellone, ad accogliere la comitiva rumena ed in membri consiglio direttivo della Federazione Europea dei Club e Centri per l’Unesco, per un saluto ufficiale in piazza della Repubblica, ci saranno il sindaco Francesca Draià e la sua vice, Concetta Greco.

Arcangelo Santamaria