Marijuana e munizioni per pistola in camera da letto, arrestato 36enne di Ramacca

Nella giornata di ieri, gli uomini della Squadra Mobile di Enna, diretti dal Vice Questore Aggiunto Gabriele Presti – e coordinati dal Commissario Capo dott. Emanuele Vaccaro – unitamente agli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Piazza Armerina, diretti dal Commissario Capo Dr. Vincenzo Sangiorgio, hanno arrestato un uomo, SIRNA Vincenzo, classe 1981, di Ramacca, con numerosi pregiudizi di polizia per reati inerenti gli stupefacenti, nonché sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., poiché colto nella flagranza del reato di cui all’art. 73 c. 1 del D.P.R. 309/90, e 697 c.p. in relazione all’art. 38 T.U.L.P.S., ovvero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana, e detenzione di munizionamento di arma da sparo, senza averne fatto denuncia all’Autorità, il tutto rinvenuto presso l’abitazione in Ramacca.

I FATTI

In particolare – nel pomeriggio scorso gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. della città dei mosaici effettuavano una perquisizione domiciliare in Ramacca a carico di un pregiudicato di quel centro, già arrestato dai medesimi investigatori alcuni mesi fa in Piazza Armerina, in quanto colto in flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti unitamente ad altro soggetto.

In tale contesto, gli investigatori si recavano nell’abitazione del SIRNA ubicata nel centro della città della piana di Catania.

Nel corso dell’attività, all’interno di una stanza da letto, i poliziotti rinvenivano diverse buste di cellophane contenenti della sostanza stupefacente del tipo marijuana, del peso complessivo di grammi 293,00. Fra l’altro alcune delle quali si trovavano proprio sul letto, occultate sotto le coperte. Inoltre venivano rinvenute quattro cartucce calibro 7,65, munizionamento per pistola, non denunziate all’Autorità.

Alla luce dell’attività di indagine, il SIRNA – gravato da numerosi pregiudizi giudiziari e di polizia, e come sopra cennato già arrestato lo scorso gennaio per detenzione a fini di spaccio di cocaina e marijuana – veniva arrestato in flagranza di reato, e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltagirone, nella persona del Dr. Vincenzo CALVAGNO D’ACHILLE, il SIRNA veniva accompagnato presso la Casa Circondariale di Caltagirone per ivi rimanere a disposizione dell’A.G. .

(Fonte: Comunicato Stampa Polizia di Stato)