I fratelli Alessi non mollano e “macìnano” chilometri per attraversare gli USA in bici

Percorsi 1000 chilometri nei primi 6 giorni di gara per i fratelli, Giorgio e Riccardo Alessi che dallo scorso 1 giugno, insieme a soli altri 10 atleti al mondo, sono in gara all’American Trail Race 2017. I due ironman valguarneresi, in sella alle loro mountain bike, hanno affrontato solo la prima parte degli 8mila chilometri off road di una delle gare più dure al mondo, che dal North Carolina li porterà all’Oregon. Un percorso suggestivo ma riservato a soli pochi temerari al mondo che dall’Oceano Atlantico, arriveranno all’Oceano Pacifico, in regime di autosufficienza. Giorgio e Riccardo, muniti di tenda e sacco a pelo, oltre a macinare chilometri su chilometri, dovranno pensare anche alla loro alimentazione, mentre un micro chip satellitare indicherà chilometro per chilometro la loro posizione, permettendo agli organizzatori di questa folle gara di poterli soccorrere ovunque. Attraversare ben 11 Stati, affrontare la durissima scalata delle Montagne rocciose del Colorado ed i pericoli e le difficoltà dei deserti dello Utah e del Nevada, non capita a chiunque. Per farlo Giorgio (52 anni) e Riccardo (48 anni), non nuovi a simili avventure, hanno affrontato mesi di duro allenamento in vista dell’American Trail Race 2017. Le difficoltà sono sempre dietro l’angolo e dopo i primi 800 chilometri, Riccardo Alessi ha scritto su facebook: << Potrebbe andare meglio ma anche peggio. Ho avuto problemi allo stomaco e ad un polpaccio. Ma niente che non si possa curare. Credevo che le Montagne Rocciose fossero le più dure ma evidentemente non avevo ancora visto gli Appalachi. E siamo solo all’inizio!>>. Accanto a lui il fratello Giorgio, sorride e sa bene che non molleranno sino alla fine.

Clicca qui per seguire Riccardo e Giorgio Alessi sul satellite

Arcangelo Santamaria