“L’Amore”, il libro di Giuseppa Di Gregorio, pensionata valguarnerese in cerca di un editore

Si chiama “L’Amore” ed è il libro della sua vita, scritto dalla 75enne pensionata valguarnerese, Giuseppa Di Gregorio. Un’opera letteraria autobiografica che ha riempito le notti insonni della scrittrice all’interno della sua casa situata nella parte alta del paese, proprio sotto la grande Vasca che domina Valguarnera. Quando andiamo a trovarla, gli occhi di Giuseppa Di Gregorio si illuminano di gioia. Gentilmente ci accoglie nella sua abitazione. Un piccolo gioiello curato con fiori e piccoli particolari che testimoniano i lunghi trascorsi della scrittrice in terra di Francia, dove Giuseppa Di Gregorio ha ancora i suoi tre figli e parte del suo cuore. Un cuore che ha palpitato per “L’Amore” verso il padre dei suoi figli, per quello verso uno spasimante transalpino ed infine per il suo ultimo compagno, Salvatore, proprio a Valguarnera, dove ora Giuseppa Di Gregorio, sta trascorrendo la fase finale della sua vita. Da sola, proprio lei che, come racconta nel suo libro, ha sempre dato il massimo per gli altri. Amore incondizionato per la sua famiglia, per i suoi compagni, per il lavoro e per chiunque le abbia chiesto aiuto. Come la giovane mendicante Lucia, che un giorno, poco prima di Natale, vide elemosinare in una strada di quel paese in Francia, dove la giovane e bella Giuseppa Di Gregorio, viveva agiatamente con la propria famiglia. “L’Amore”, verso gli altri, dopo varie ricerche, portò Lucia a casa di Giuseppa e tolse quella ragazza incinta e in attesa di una bella bambina, dai pericoli della strada. E fu una lunga e tortuosa strada a ricondurre Giuseppa Di Gregorio nel suo paese natio, dove non più giovane si innamorò nuovamente e donò tutta se stessa ad un uomo del paese rimasto vedovo e con un bambino di 10 anni. Giuseppa ricomincia una nuova vita e con una nuova famiglia. Giuseppa e il suo nuovo marito sono felici, ma il destino le riserva ancora sofferenze, fino a strapparle il nuovo marito  a causa di un tumore. Ma più soffre e più ama e la scrittrice lo dimostra in ogni frase del suo libro. Un libro che Giuseppa Di Gregorio, si augura possa trovare un editore, per poi devolvere i ricavati delle vendite per azioni meritorie nei riguardi dei più bisognosi a dimostrazione di quell’amore incondizonato che Madame Giuseppa è ancora in grado di donare.

Arcangelo Santamaria