Tratto di via Crispi chiuso da un anno. Lamentele dei residenti

Da oltre un anno non possono accedere ai loro garages. Da oltre un anno lo spazio di accesso alle loro abitazioni si è ristretto a circa un metro. Da oltre un anno reclamano ma nulla è cambiato. Tutto questo perché da oltre un anno (maggio 2016), un tratto della via Crispi, arteria urbana situata nel dedalo di stradine che caratterizzano il centro storico nella parte alte del paese, è parzialmente transennata. Una recinzione precaria e vetusta che indica che un immobile privato è pericolante e pertanto l’accesso è limitato. Ma se l’immobile è privato, la strada è pubblica. Per questa ragione gli abitanti della zona dicono: <<Il comune di Valguarnera non può permettersi di chiudere una strada urbana per più di un anno, occludendo di fatto l’accesso ai nostri garages e limitando fortemente l’ingresso alle nostre abitazioni>>. Occorre dire anche che dall’immobile privato e dichiarato pericolante dopo vari interventi dei vigili del fuoco, si sprigionano odori nauseabondi che minano le condizioni igienico-sanitarie di questo angolo di paese. Il sindaco Francesca Draià: <<Ho dato l’ok al nostro Ufficio Tecnico, perché acquisti tutto il materiale necessario per mettere in sicurezza l’immobile e la strada possa essere riaperta>>.

Arcangelo Santamaria