Interlicchia sul commissariamento del Consiglio Comunale per il Prg: “Di chi sono le responsabilità?”

Il commissariamento del consiglio comunale valguarnerese da parte della Regione, per la mancata approvazione del Prg (Piano regolatore generale), continua a fare discutere. A chiederne conto e ragione è Giuseppe Interlicchia, ex candidato a sindaco ed ex consigliere comunale nella passata legislatura. Interlicchia cita gli allora parerei favorevoli al Prg dell’attuale assessore Alfonso Trovato e dell’attuale presidente del consiglio comunale, Enrico Scozzarella. <<All’epoca dei fatti- dice Interlicchia- l’assessore Trovato e il presidente del consiglio comunale Scozzarella figuravano, insieme al sottoscritto, tra i consiglieri di minoranza. Quel responsabile dell’Ufficio tecnico comunale, ringraziato e osannato da Trovato e Scozzarella, per il lavoro al Prg, porta il nome dell’architetto Mazza. Lo stesso al quale l’amministrazione Draià, all’atto dell’insediamento, ha confermato la fiducia. Fiducia riconfermata una seconda volta e poi revocata non si sa bene per quali motivazioni. Eppure – sottolinea Interlicchia- avevamo approvato all’unanimità il Prg non lasciando dubbi interpretativi e rispettando i termini onde evitare conseguenze peggiori per l’ente comune. Le stesse conseguenze che alla fine si sono verificate con questo commissariamento>>. Ora Interlicchia chiede di chi sono le responsabilità e paventa un ricorso alla Corte dei conti. <<Se il ritardo è dipeso dall’amministrazione comunale attualmente in carica, si proceda con la rivalsa perché la spesa non può gravare, seppur minima e irrisoria, sull’ente comune. Ricerchiamo chi tra i consiglieri eletti per rappresentare gli interessi dei cittadini, abbia omesso qualche intervento, perché il P.r.g. era già stato inviato a Palermo nei tempi previsti salvo essere revocato da questa amministrazione adducendo motivazioni squisitamente di carattere formale e non sostanziale. Il tutto suffragato dal parere dei due tecnici esterni (dal compenso molto modesto) e dal parere favorevole del presidente della commissione edilizia, oggi assessore Fabio Riccobene.

Arcangelo Santamaria