Legge sui defibrillatori negli impianti sportivi, Arcangelo Santamaria: “Il comune installi quelli ricevuti in dono”

Il presidente dell’associazione A. S. D. Valguarnera 2010 Arcangelo Santamaria reitera la richiesta al sindaco Draià e all’assessore allo Sport Trovato, di installazione di defibrillatori presso il campo sportivo Sant’Elena, nell’osservanza del decreto legge Balduzzi, che impone a società e associazioni sportive dilettantistiche di dotarsi dello strumento semiautomatico. Sono infatti tanti i ragazzi e le ragazze che quasi quotidianamente fanno uso dell’impianto ed uno strumento come quello nella maggior parte dei casi è considerato un salva vita, oltre ad essere previsto dalla legge. “In passati incontri avuti con le S.V.- scrive Santamaria- si era stabilito di dotare l’impianto sportivo in oggetto, di defibrillatore e apposita cassetta di custodia. Si ricorda che è in custodia del Comune di Valguarnera, un defibrillatore che qualche anno addietro fu donato alle associazioni sportive del paese, dal club Juventus; inoltre da comunicazione avuta con il dottor Angelo Sberna, (attuale delegato provinciale del Coni), mi è stato ricordato che in un recente passato l’ASP di Enna, ha donato al comune di Valguarnera, un altro defibrillatore munito anche di piastre pediatriche. In vista dell’avvio della prossima stagione agonistica- conclude- mi permetto di suggerire di rendere sin da ora il campo sportivo “Sant’Elena”, “Area Defibrillata” e nel frattempo verificare che le piastre in dotazione ai defibrillatori a cui si fa cenno, non siano scadute e che essi siano funzionanti così come prevede la normativa in materia.” Santamaria infine ricorda a sindaco e assessore che le associazioni sportive che dovranno utilizzare il campo sportivo “Sant’Elena”, dovranno indicare il personale abilitato e certificato con corsi BLS-D, (Basic Life Support and Defibrillation) che vanno periodicamente aggiornati.

Rino Caltagirone