Stasera assemblea del Comitato Cittadino

Questa sera, alle ore 19, presso la propria sede di via Garibaldi 132, il Comitato cittadino presieduto da Giuseppe Catalfamo, terrà una assemblea pubblica che tratterà diversi e importanti temi. Nella scaletta dei lavori, al primo punto, è stata inserita la questione riguardanti l’arrivo dei migranti e richiedenti asilo in paese. Qualche settimana addietro, infatti, era stato proprio il Comitato cittadino ad aprire un tavolo di discussione con le istituzioni comunali e le forze politiche locali. Valguarnera pur non avendo aderito al progetto Sprar, dalla prefettura di Enna, nell’ambito della suddivisione delle quote di accoglienza, si è vista assegnare 35 migranti. Inoltre, la cooperativa “Ippocrate “ di Enna, prendendo in uso il centro sociale “Papa Giovanni XXIIII” che sorge in contrada Marcato, alla periferia del paese, ha già presentato richiesta per aprirvi un centro di accoglienza che dovrebbe ospitare 25 migranti. L’assemblea di questa sera, inoltre, tratterà la questione del Poliambulatorio “Sebastiano Arena” i cui locali sono chiusi da più di un anno e non si hanno ancora notizie ufficiali dall’Asp di Enna, sul progetto di ristrutturazione dell’immobile. Attualmente i servizi sanitari sono ancora attivi presso i locali della casa di riposo “Il Boccone del povero”. Infine si parlerà anche del servizio Rifiuti, visto che da qualche giorno il Comitato cittadino ha chiesto al sindaco Francesca Draià, notizie sull’avvio della raccolta differenziata e rassicurazioni su un possibile aumento della tassa sulla spazzatura, visti i nuovi costi che si stanno sostenendo a seguito del recente incarico conferito ad una ditta privata, che si sta facendo carico del nolo degli automezzi, del conferimento in discarica della spazzatura e del pagamento dei 13 dipendenti del cantiere Ato Rifiuti di Valguarnera.

Arcangelo Santamaria