Le dichiarazioni del “post-elezioni” a Valguarnera

Gli attivisti del M5S, si dicono soddisfatti per il risultato ottenuto a Valguarnera. <<Esprimiamo soddisfazione- dicono- per l’inatteso risultato a livello locale e l’elezione di una propria portavoce (Elena Pagana) a Palazzo dei Normanni>>. Primo partito nei voti per la presidenza e seconda lista provinciale (dietro solo al Pd che ha usufruito della competizione tra i sostenitori di Mario Alloro e quelli di Luisa Lantieri), il Movimento 5 Stelle tira le somme.<<A Valguarnera la nostra lista regionale- afferma Angelo Lamartina- con il 36,56% e 1246 voti validi è risultata di gran lunga la più votata>>. Adesso cosa pensate di fare? <<A fronte dell’ottimo responso elettorale, ritenuto non come un punto di arrivo ma di partenza, coerentemente alla propria impostazione movimentista, gli attivisti del Movimento 5stelle per Valguarnera, intendiamo coinvolgere gli elettori che hanno riposto la loro fiducia nella lista di Giancarlo Cancelleri. A breve- aggiungono- promuoveremo una assemblea cittadina per avviare un percorso di definizione delle istanze da sottoporre alla neo eletta deputata, per non lasciare a se stesso il nostro territorio con le sue innumerevoli problematiche; cogliendo l’opportunità di portare dentro il parlamento siciliano anche la voce dei cittadini valguarneresi>>. Buono il risultato di Forza Italia, con il commissario cittadino, Concetta Dragà che in poche settimane è riuscita a mettere su una sezione politica che ha ottenuto 628 voti di lista con ben 494 preferenze all’avvocato Gaetana Palermo. <<Ringrazio tutta la cittadinanza- dice Dragà- che supportando la nostra campagna elettorale continua a darmi stimoli per proseguire con la sana politica e portare a conoscenza la cultura del politico al servizio della cittadinanza. Forza Italia c’è e continuerà a crescere>>. E sempre nell’ambito del centrodestra l’ex consigliere comunale, Giuseppe Interlicchia, fa la sua analisi del voto e afferma:<< Sono soddisfatto sia del risultato ottenuto dal movimento Diventerà Bellissima che per l’elezione di Nello Musumeci, persona capace e autorevole e per questo degna di stima che a Valguarnera ha totalizzato 1.078 preferenze, poco dietro Cancelleri e comunque davanti Micari, ma il dato sorprendente è la modalità del voto disgiunto. Micari ha preso 298 voti in meno delle sue liste, Fava 74 di più, Musumeci 118 e Cancelleri 410. Se tutti hanno optato per il voto disgiunto ai danni di Micari, il risultato non quadra: -298 voti con +602 voti degli altri candidati. Circa 300 voti ballerini che, per semplicità e margine di errore riduco a 150, mancano, quindi, dal paniere di centro-destra a favore del Presidente. A beneficiarne cosi solo Cancelleri. Oggi si apre una nuova fase politica improntata sul dialogo>>.

Arcangelo Santamaria