Filippo Randazzo si riconferma Campione Italiano

Filippo Randazzo pur con un non eccellente 7,90 nel Salto in Lungo, lontano dal suo primato personale di 8,05, si conferma campione italiano nella sua categoria. Sedicesima posizione invece nel Salto in Alto juniores per Giuseppe Giarrizzo della Pro Sport 85 con 1,85. La pedana di Ancona nel 2017 ha visto infrangere a Randazzo per la prima volta, il fatidico muro degli 8 metri con il personale migliorato a 8,05. Domenica ai Campionati Italiani Juniores e Promesse di Ancona, il primatista italiano delle Fiamme Gialle e Pro Sport 85 fa il suo esordio 2018 e atterra a 7,90 al primo salto, conquistando comunque la vittoria tricolore tra gli under 23. In assoluto è il quinto risultato in carriera per il 21enne siciliano che nella passata stagione è arrivato settimo agli Europei Indoor di Belgrado e si è messo al collo l’argento continentale under 23 a Bydgoszcz. Sotto il tetto della palas marchigiano, l’azzurro è poi andato ostinatamente a caccia del gran balzo con l’8 in prima cifra, ma una sfilza di nulli millimetrici sulla plastilina dell’asse di battuta l’ha costretto ad accontentarsi. Ottima comunque la prima gara della stagione dell’atleta delle Fiamme Gialle – Pro Sport 85 che adesso punta gli Italiani Assoluti fra quindici giorni. Sedicesima posizione con la misura di 1,85 nel Salto in Alto Juniores invece, per Giuseppe Giarrizzo. L’atleta della Pro Sport ’85 Valguarnera ha iniziato la gara con due nulli, il secondo dei quali per aver iniziato la rincorsa dopo la scadenza dei canonici 30 secondi, ma al terzo tentativo agguanta l’1,85. Alla quota successiva di 1,90 pur saltando ampiamente sopra l’asticella vi ricade sopra per errori dovuti alla ritmica della rincorsa. Per lui comunque una buona esperienza, dopo la dura preparazione invernale, in vista della stagione all’aperto dove cercherà di attaccare il limite dei 2 mt. dopo l’1,94 siglato lo scorso anno. Delusione anche per l’altro atleta gravitante nell’orbita dei saltatori che si allenano a Valguarnera con il tecnico Carmelo Giarrizzo. Lorenzo Moscuzza della Milone SR nel Salto Triplo Juniores dopo aver siglato due nulli, uno lunghissimo vicino ai 14,70, ha dovuto forzatamente frenare nell’ultima prova eliminatoria siglando un per lui modesto 13,76 che lo ha posizionato al 13° posto. E pensare che la qualificazione per la Finale era ampiamente alla sua portata e solo 20 cm. più in là. Comunque anche per Moscuzza la conferma di aver svolto così come Randazzo e Giarrizzo, una buona preparazione in vista degli impegni estivi della stagione 2018.

Rino Caltagirone