Inseguimento e spari nella notte, malviventi bloccati da Polizia e Carabinieri.

Fermati nel cuore della notte da Carabinieri e Polizia, durante un posto di blocco, ma i malviventi con fare fulmineo scendono dall’abitacolo di un’autovettura e pare a volto coperto, riescono a dileguarsi per le stradine adiacenti. Vengono inseguiti per le stradine adiacenti e durante la rincorsa si sentono sparare diversi colpi di arma da fuoco. Ma dei malviventi, nessuna traccia, come volatilizzati. Teatro della vicenda è stata proprio piazza della Repubblica, pieno centro cittadino, a due passi dal Comune. Il tutto è accaduto verso le 3 della notte. I malviventi, si parla di 4-5 in tutto, si trovavano a bordo di un’ Alfa Romeo 147 di colore nero, rubata, pare, qualche ora prima nel Catanese. Le Forze dell’Ordine, durante l’ attività di indagine, non hanno escluso comunque, visti gli attrezzi trovati a bordo dell’auto, che la loro meta potesse essere proprio Valguarnera, per commettere qualche attività delittuosa come quella di portare via il bancomat dell’ufficio postale o di uno dei due istituti di credito che si trovano proprio in piazza della Repubblica. A dimostrazione del fatto che all’interno dell’abitacolo sono stati infatti rinvenuti, pronti all’uso, una bombola a gas con delle micce e una batteria. Pare, inoltre come abbiamo accennato, che la 147 fosse stata rubata qualche ora prima in un Comune della Provincia di Catania e che fosse munita di localizzatore satellitare, tanto che la denuncia presentata dal legittimo proprietario ha fatto sì che l’auto venisse subito rintracciata. Essa infatti, sarebbe stata localizzata prima sull’autostrada CT-PA e poi nei pressi di Valguarnera, ove carabinieri della locale stazione, della compagnia di Piazza Armerina nonché agenti della Polizia di Stato di Enna erano pronti ad accoglierla con tutti i malviventi a bordo. Di certo, che all’alt delle forze dell’ordine, l’auto è sbandata leggermente andando a cozzare contro un muretto posto sul marciapiedi, proprio davanti al circolo zolfatai, tanto che stamane persistevano ancora diverse macchie di olio per terra. Intanto Polizia e Carabinieri da stamane sono alacremente al lavoro attraverso attività di intelligence e di controllo capillare dei circuiti di video sorveglianza, per risalire a qualcosa di utile per la loro identificazione.

Rino Caltagirone