L’Asp affitterà i locali dell’ex Isca per trasferirgli il Poliambulatorio

Ormai è quasi certo. Il Poliambulatorio, salvo sorprese dell’ultimo minuto, sarà trasferito in via provvisoria nei locali dell’ex stabilimento tessile Isca, in piazza del Popolo. A dichiararcelo, a margine di un incontro di aggiornamento per giornalisti, il direttore sanitario dell’Asp 4, Emanuele Cassarà. “E’ in fase avanzata il progetto di ristrutturazione dell’immobile Sebastiano Arena- ci dice- nelle more le attività specialistiche saranno trasferite dai locali del Boccone del Povero, ove adesso dimorano, al plesso di piazza del Popolo. L’Asp- ha aggiunto- sta mettendo a punto il contratto, se non ci saranno intoppi, il trasferimento avverrà entro l’estate prossima, tempo strettamente necessario per dare la possibilità ai proprietari di adeguare i locali alle norme sanitarie”. Salta dunque la possibilità di utilizzare provvisoriamente il piano terra del “Sebastiano Arena”, come tante volte era stato ipotizzato. A spiegarne i motivi è lo stesso Cassarà: “I lavori di ristrutturazione riguarderanno tutto il fabbricato e non parte di esso. Ad essere rifatti saranno principalmente i tetti, quindi è impossibile ospitare anche in via provvisoria le specialistiche”. Ma il dubbio che una volta trasferiti in altro luogo si possa tornare indietro esiste e permane, in quanto un contratto di affitto ha la durata minima di sei anni rinnovabili in altri sei e non di sei mesi. E allora la domanda è sempre la stessa: Tornerà un giorno il poliambulatorio nella sua sede naturale? Ammesso che arrivino i finanziamenti?

Rino Caltagirone