Conto Corrente gratis per lavoratori e pensionati con reddito basso

Novità per i contribuenti in difficoltà economica che, grazie al conto corrente gratis, potranno risparmiare sulle spese di gestione addebitate dalla banca.

In favore di tutti i contribuenti con redditi bassi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 19 giugno 2018 il decreto del MEF che stabilisce regole, importi e beneficiari del conto base senza spese.

Il decreto stabilisce, a seguito delle novità introdotte dalla direttiva 2014/92/UE, non soltanto l’esenzione totale dalle spese del conto per lavoratori e pensionati con ISEE basso, ma anche che il conto corrente base potrà essere aperto da tutti ed avrà spese ridotte.

Con il conto corrente base sarà tuttavia possibile beneficiare soltanto di un numero ridotto dei servizi comunemente offerti dalla banca; tuttavia, sarà possibile richiedere anche più operazioni e il costo dovrà essere contenuto e in linea con quanto addebitato agli altri clienti.

Ad oggi, a fronte del costante aumento dei costi del conto corrente, tra canoni per le operazioni di prelievo, così come costi di commissione e spese varie, la novità più importante riguarda certamente la possibilità di richiedere il conto corrente gratis e senza spese in caso di situazione economica svantaggiata.

A partire dal 20 giugno 2018, data di entrata in vigore del decreto MEF, i lavoratori e i pensionati con reddito basso potranno richiedere alla banca di passare al conto corrente gratis.

Il conto di base, infatti, è offerto senza alcuna spesa e non è sottoposto all’imposta di bollo, per i consumatori con ISEE inferiore a 11.600 euro. Sarà possibile addebitare soltanto le spese per le operazioni aggiuntive, ma il costo dovrà in ogni caso essere contenuto.

Si potrà avere un solo conto di base gratuito e bisognerà autocertificare, inoltre, che il proprio reddito dichiarato ai fini ISEE è inferiore all’importo precedentemente indicato. Inoltre, bisognerà comunicare alla banca in cui è radicato il conto il proprio valore ISEE entro il 31 maggio di ciascun anno; in caso di mancata comunicazione saranno addebitate le spese ordinarie.

Il conto potrà essere anche cointestato, ma soltanto a componenti del nucleo familiare che sono stati considerati nel calcolo dell’ISEE.

Conto senza spese per pensionati fino a 18.000 euro l’anno

Per i pensionati, la possibilità di aprire il conto gratuito sarà ammessa nel caso in cui la pensione lorda annua non superi i 18.000 euro.

Anche in questo caso bisognerà dichiarare di non essere titolari di altro conto in banca e bisognerà comunicare alla banca entro il 31 maggio di ciascun anno l’importo del trattamento pensionistico.