L’attuale poliambulatorio inaccessibile a chi ha difficoltà a camminare.

L’attuale immobile dove si trova il poliambulatorio di Valguarnera resta off limit a chi ha difficoltà a salire le scale d’ingresso. L’ultima storia in ordine di tempo è quella di una anziana valguarnerese che impossibilitata a salire le scale che conducono agli studi medici della struttura sanitaria che fa capo all’Asp di Enna, è stata costretta a trasferire la sua visita presso l’otorino, da Valguarnera a Piazza Armerina. La signora 75enne, che a causa di problemi di deambulazione fa uso di una sedia a rotelle per potersi muovere, a quanto pare, per ben due volte ha dovuto rinviare la programmata visita specialistica, perché il montascale che si trova all’ingresso del poliambulatorio è guasto. Un guasto che dura da tanti mesi e che ancora oggi rende la struttura sanitaria una montagna insormontabile per chi ha difficoltà a salire le scale. Occorre sottolineare che il montascale è stato concesso in comodato d’uso gratuito dal comune di Valguarnera all’Asp di Enna, per consentire nell’ormai lontano 2016 di aprire l’attuale struttura ed ovviare così alla chiusura del poliambulatorio “Sebastiano Arena”. Il montascale fu smontato dalla scuola “Don Bosco”, ma del suo uso presso l’attuale struttura sanitaria non se ne ha notizia. Più volte le forze politiche e civiche cittadine hanno sottolineato questa anomalia ma nulla è stato fatto. Nelle prossime ore il sindaco Francesca Draià dovrebbe avere un incontro con i vertici dell’Azienda Sanitaria provinciale, vertici che intendono incontrare anche i gruppi consiliari di Forza Italia e “L’Altra Voce per Valguarnera”. Al tavolo di incontro tra i primi punti non può non esserci l’attuale limite del poliambulatorio della città che è fondamentale per tutta la cittadinanza.

Arcangelo Santamaria