Poliambulatorio “S. Arena”, Il Sindaco: “Il commissario dell’Asp mi ha confermato che presto partirà la ristrutturazione”

Ci sono concrete speranze che una parte del poliambulatorio “Sebastiano Arena”, chiuso a seguito di un controllo dei Nas, nell’aprile del 2016, possa essere ristrutturata e riaprire i battenti. A darne notizia è il sindaco Francesca Draià che dice: <<Sono da tempo in contatto con il commissario dell’Asp di Enna, Antonino Salina, il quale mi ha confermato che presto l’Azienda sanitaria avvierà i lavori di ristrutturazione ed adeguamento di parte del poliambulatorio “Sebastiano Arena”. L’azienda sanitaria ennese, quindi, non spenderà più i 130 mila euro che con una delibera dello scorso 28 giugno, aveva stanziato per lavori di ristrutturazione dell’attuale sede del poliambulatorio, che si trova in affitto presso un’ala della casa di riposo “Il Boccone del povero”. <<Mi è stato detto- risponde il sindaco Draià- che la delibera sarà revocata>>. Il sindaco di Valguarnera, aggiunge: <<Su disposizione del commissario dell’Asp Salina, si è deciso di procedere con la massima urgenza alla ristrutturazione di vari vani e servizi posti al piano terra del poliambulatorio “Sebastiano Arena”, oltre alla parte del tetto dell’immobile, in modo da ritrasferire i servizi sanitari dall’attuale sede che è in locazione, prima dello scadere della proroga concessa dall’Ispettorato del Lavoro e fissata al 16 febbraio 2019>>. In pratica, quindi, dovrebbe avvenire quanto suggerito sin dall’aprile 2016 dal comitato cittadino di Valguarnera e da varie forze politiche della città che ritenevano faraonico il progetto di circa 800 mila euro che era stato proposto per ristrutturare l’intero “Sebastiano Arena”. I nuovi programmi dell’Asp, oltretutto, evitano che possano essere spesi 150 mila euro di denaro pubblico in una struttura privata. Su tale decisione potrebbe avere pesato la nota con la quale lo scorso 21 settembre, il gruppo consiliare “L’Altra Voce per Valguarnera”, chiedeva ai vertici dell’ Asp di Enna, la revoca della delibera del 26 giugno e, in caso di mancata risposta, il ricorso al prefetto e alla procura della repubblica di Enna. A tale proposito il consigliere comunale e capogruppo de “L’Altra Voce per Valguarnera” Giuseppe Speranza, afferma: <<Da anni, assieme ad altre forze politiche e civiche di Valguarnera, ci battiamo affinchè l’Asp di Enna, impieghi somme per la ristrutturazione del poliambulatorio “Sebastiano Arena”. Per questo abbiamo ritenuto una provocazione nei confronti della nostra comunità la delibera n.286 del 26 giugno 2018 e per la quale abbiamo chiesto la revoca. Abbiamo appreso favorevolmente – aggiunge Speranza- anche l’intervento della deputazione del Movimento 5 Stelle all’Assemblea regionale siciliana, che ha ribadito con forza l’esigenza di attenzionare la struttura del nostro poliambulatorio. Di contro abbiamo registrato l’assenza del sindaco Draià che non risulta abbia prodotto nessun atto concreto nei riguardi della delibera dell’Asp, mentre, invece, si è fatta notare con le solite foto sui social network che hanno rappresentato l’ennesima propaganda politica>>.

Arcangelo Santamaria