Ecco la lista di frutta e verdura più contaminate dai pesticidi

Da sempre la principale raccomandazione da seguire prima di consumare frutta o verdura cruda è quella di lavarla bene, perchè, così facendo, eliminiamo eventuali residui di sostanze chimiche utilizzate durante le varie fasi di produzione.
Purtroppo, vista la quantità sempre maggiore di pesticidi utilizzata dalle aziende, il semplice lavaggio non elimina tutto e quindi, l’unica soluzione per evitare di ingerire prodotti contaminati è quella di preferire frutta e verdura biologica.
A tal proposito, vi invito a leggere l’articolo a firma di Monia Sangermano pubblicato dal Giornale online meteoweb.eu, che riporto integralmente sotto, e che elenca, tra la frutta e la verdura di maggior consumo, qual’è la più contaminata e quale invece è da considerare la meno pericolosa.

Pesticidi: ecco la lista di frutta e verdura più contaminate e quelle che ne contengono meno

Ogni anno l’Environmental Working Group (EWG) pubblica la Shopper’s Guide to Pesticides in Produce, il cui risultato è la lista della cosiddetta “Sporca Dozzina” (Dirty Dozen), ovvero i tipi di frutta e verdura che contengono il più alto livello di pesticidi residui. I rapporti del Programma per i dati sui pesticidi, rilasciati dal Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti, hanno indicato che quando i residui di pesticidi sono presenti negli alimenti, sono quasi sempre a livelli inferiori ai limiti di tolleranza umani stabiliti dall’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti.

Dunque, quali sono i cibi più contaminati dai pesticidi? Sebbene sia quasi impossibile, ormai, trovare frutta e verdura completamente prive di queste sostanze, ve ne sono alcune che ne contengono quantità maggiori.

Ecco la Dirty Dozen 2019:

  • Fragole
  • Spinaci
  • Cavolo
  • Nettarine
  • Mele
  • Uva
  • Pesche
  • Ciliegie
  • Pere
  • Pomodori
  • Sedano
  • Patate

A fronte di questa lista vi è anche la Clean Fifteen, ovvero l’elenco dei 15 cibi (frutta e verdura) che contengono la minor concentrazione di pesticidi e che secondo l’EWG sono gli alimenti più sicuri da acquistare.

Ecco la Clean Fifteen 2019:

  • Avocado
  • Mais dolce
  • Ananas
  • Piselli dolci surgelati
  • Cipolle
  • Papaya
  • Melanzane
  • Asparagi
  • Kiwi
  • Cavoli
  • Cavolfiore
  • Cantalupi
  • Broccoli
  • Funghi
  • Meloni di melata

Nel caso degli alimenti più contaminati l’EWG raccomanda di acquistarli biologici. Fragole e spinaci, inoltre, confermano sempre di più di essere i peggiori in questo senso. Quando raccolgono i dati per la Guida, i ricercatori lavano e/o sbucciano i prodotti prima di testarli, proprio come farebbe un consumatore prima di mangiarli. Dunque, anche se lavare frutta e verdura è fondamentale, non è sufficiente a rimuovere tutte le tracce di pesticidi.

 

(Tratto dall’articolo a firma di Monia Sangermano pubblicato sul Giornale online meteoweb.eu)