Indetta la “gara ponte” di 6 mesi per la gestione dei rifiuti, la General Montaggi smentisce il ritardo nei pagamenti degli stipendi

In attesa che all’Urega si sblocchi la gara d’appalto per l’affidamento settennale del servizio rifiuti, il comune di Valguarnera ha bandito una “gara ponte” di 6 mesi prorogabili per la gestione della raccolta, trasporto, conferimento dei rifiuti e gestione dell’Eco punto municipale. La somma è di 345 mila 814 euro, iva esclusa. Nel frattempo il servizio, su affidamento temporaneo, sino al prossimo 31 ottobre è gestito dalla ditta General Montaggi di Catenanuova. Da giorni gira voce di un forte malcontento tra i dipendenti del cantiere rifiuti di Valguarnera, a causa di un ritardo nei pagamenti dei salari. Noi abbiamo sentito il presidente della General Montaggi, Salvatore Valenti, che dice: <<Smentisco categoricamente questa notizia. Da quando siamo a Valguarnera, i salari vengono pagati mensilmente. Se c’è malcontento tra i dipendenti del cantiere di Valguarnera, questo si riferisce alla gestione precedente e non certamente alla nostra. Noi-aggiunge il presidente della General Montaggi- siamo in credito nei riguardi del comune di Valguarnera per il 50% dei costi del mese di agosto e per tutto il mese di settembre. A conti fatti avanziamo circa 90 mila euro>>. A Salvatore Valenti chiediamo anche il perché alcuni autocompattatori contenente la frazione umida dei rifiuti e provenienti da Valguarnera, dalla piattaforma di Termini Imerese, siano stati fatti ritornare indietro carichi. A risponderci è Rino Valenti, figlio del presidente della General Montaggi. <<A Termini Imerese- dice Rino Valenti- ci sono stati dei problemi di natura tecnica. Per questa ragione stiamo scaricando la raccolta dell’umido del comune di Valguarnera, nella discarica Rato che si trova vicino Belpasso>>.

Arcangelo Santamaria