Continua la caduta di calcinacci dalla “Vasca”

Continuano a cadere calcinacci dal grande serbatoio idrico che domina la parte alta di Valguarnera e continuano gli appelli di aiuto da parte degli abitanti del quartiere. Settimane addietro con un nostro articolo e con l’intervista a diversi residenti della zona conosciuta come “Vasca”, appunto per via della presenza del grande serbatoio, avevamo dato voce alle preoccupate richieste di madri e padri che raccontavano il distacco di calcinacci dai pilastri che sorreggono il grande serbatoio. Diversi pezzi di cemento erano caduti nella strada sottostante e qualcuno aveva anche sfiorato una bambina. Il serbatoio, una volta di competenza da parte di Acqua Enna, da qualche tempo è divenuto patrimonio immobiliare del Comune di Valguarnera. Sopralluoghi vari avrebbero accertato che non c’è nessuno pericolo di crollo ma il perimetro sottostante la “Vasca” è stata recintata e interdetta a persone e automezzi. A quanto pare, però, ciò non basta visto che i calcinacci continuano a staccarsi lasciando sempre più nuda la struttura e precipitando al suolo. Il deterioramento della struttura è innegabile ed è sotto l’occhio di tutti. Per questo si attende un rapido intervento di ripristino.

Arcangelo Santamaria