Giuseppe Speranza consigliere comunale al posto di Nino Castoro

Giuseppe Speranza torna di in consiglio comunale e prende il posto del consigliere Nino Castoro (Pd), le cui dimissioni e soprattutto le motivazioni stanno facendo tanto discutere. Durante la seduta consiliare di mercoledì sera si è consumato l’atto formale che a distanza di 8 mesi dalle elezioni amministrative che lo avevano visto il primo dei non eletti nella lista Libertà è partecipazione, riporta Giuseppe Speranza tra i banchi della minoranza del civico consesso lì dove, durante l’ultima legislatura, aveva ricoperto il ruolo di capogruppo de “L’Altra voce per Valguarnera”. Nonostante gli auguri ed il benvenuto da parte di tutti i colleghi consiglieri e da parte dell’amministrazione comunale, Speranza ha detto: <<Non considero questo un giorno di festa perché il mio ingresso in consiglio comunale è frutto delle dimissioni del consigliere Castoro che ha motivato la sua uscita dal civico consesso con affermazioni gravi nelle quali si configurano possibili reati di natura penale>>. Giuseppe Speranza, oltre a tentare di aprire un dibattito politico sulle dimissione di Nino Castoro, ha invitato le istituzioni comunali a fare quadrato dinanzi la tutela del diritto democratico di tutti a potere esercitare un ruolo senza dovere subire indebite pressioni e persecuzioni di forza. Il caso Castoro, a quanto pare, è già finito sul tavolo della Procura della Repubblica di Enna e della Prefettura e non sembra destinato a spegnersi facilmente. Per quanto riguarda la collocazione politica all’interno del consiglio comunale, Giuseppe Speranza ha reso noto che ha già scelto di quale gruppo farà parte ma la comunicazione ufficiale arriverà nei prossimi giorni. Speranza ha anche annunciato che non farà parte di nessuna commissione consiliare perché da anni non ne condivide l’architettura. Il consiglio comunale ha anche trattato l’interrogazione presentata, alla sindaca Draià, dal capogruppo del Pd Angelo Bruno, sul contezioso apertosi tra il Comune di Valguarnera e la General Montaggi S.r.l. . ditta che gestiva il servizio rifiuti a Valguarnera. Tra la sindaca Draià e il consigliere Bruno si è consumata l’ennesima schermaglia che alla fine ha lasciato entrambi ancorati alle proprie posizioni su una vicenda che saranno i tribunali competenti a chiarire definitivamente. Sulla seduta consiliare di mercoledì sera abbiamo ricevuto una nota stampa da parte della sezione cittadina della Democrazia Cristiana che esprime il proprio rammarico <<per il linguaggio usato in aula dal consigliere di maggioranza Luca Bonanno>>. Bonanno nel commentare il ritorno in aula di Giuseppe Speranza, lo ha invitato a cambiare registro rispetto all’ultima legislatura nella quale ha dato vita ad una opposizione “malata”. La Dc, che al suo interno ha anche l’ex consigliere comunale Giuseppe Arcuria che apparteneva allo stesso gruppo di Speranza, oltre ad esprimere solidarietà a tutti gli ex consiglieri comunali, dice:<< Auspichiamo che in tempi brevissimi lo stesso consigliere Bonanno possa rivedere la sua posizione>>.
Arcangelo Santamaria