Acqua, Garofalo sulla vicenda delle partite pregresse

Sulla vicenda delle Partite pregresse, riguardante le bollette di Acqua Enna, abbiamo sentito il coordinatore dei Comitati cittadini ennesi, Carlo Garofalo. <<Con la sentenza della Cassazione che ha dichiarato illegittime le Partite pregresse- dice Garofalo- il problema si sposta sul piano politico, così come abbiamo sostenuto sempre come comitati cittadini. Adesso spetta ai sindaci prendere la decisione più saggia>>. Cosa suggerisce? << Da un lato occorre la immediata eliminazione dalle bollette future di tale voce. Dall’altro, invece, bisogna prevedere un modo automatico di rimborso agli utenti per quanto sino ad oggi pagato, deliberando al contempo la interruzione della prescrizione per i rimborsi. Non vorremmo che come al solito- afferma Garofalo- si inventino meccanismi farraginosi a carico degli utenti per ottenere quanto ingiustamente pagato. Forse è anche giunto il momento- conclude il coordinatore provinciale- di fare una riflessione più approfondita sul futuro della gestione del servizio idrico in questa provincia dopo quanto deciso nell’agrigentino e nel nisseno>>.

Arcangelo Santamaria