La risposta di AcquaEnna alla richiesta di sospensione delle partite pregresse in bolletta

AcquaEnna non molla e dice la sua sulla vicenda delle Partite pregresse. << Le Partite pregresse di Acqua Enna sono legittime e la decisione della Corte di cassazione non è applicabile al gestore AcquaEnna>>. Alle dichiarazioni che sono arrivate subito dopo la decisione della Corte di Cassazione, AcquaEnna, replica: <<Letti i comunicati a vario titolo diffusi anche dalle associazioni di consumatori, sul contenuto della sentenza della Corte di Cassazione n. 17959/2021, anche al fine di non alimentare distorte aspettative nell’utenza, riconducibili ad una impropria interpretazione delle statuizioni contenute nella citata sentenza, precisiamo che, per come è stato più volte riconosciuto e sancito dal Tribunale di Enna, quale Giudice di secondo grado, Acquaenna non applica le cosiddette Partite Pregresse in relazione ai consumi pregressi, ma solo ed esclusivamente ai consumi correnti. In tal modo AcquaEnna non opera alcuna modifica e/o integrazione delle tariffe precedentemente adottate ed è esclusa qualsivoglia forma di violazione del principio di irretroattività>>.

Arcangelo Santamaria