Fillippa D’Angelo sull’ultimo Consiglio Comunale

Il consiglio comunale valguarnerese, durante l’ultima seduta non ha trattato soltanto la spinosa questione della mozione ( bocciata dai consiglieri di maggioranza), della istituzione di una commissione inchiesta sulle dimissioni del consigliere del Pd, Nino Castoro. Ad evidenziare il resto dei lavori é il capogruppo dell’ Udc, Filippa D’Angelo. << Il consiglio comunale- dice D’angelo- ha approvato atti importanti per la nostra comunità e regolamenti necessari al buon funzionamento della macchina amministrativa. La maggioranza ha approvato all’unanimità tutto quello che era inserito all’ordine del giorno. Si tratta di atti importanti per la città; atti in continuità con il lavoro già impostato da noi come maggioranza, che tende a garantire stabilità, ordine e trasparenza, quello di cui hanno bisogno i nostri concittadini, soprattutto in questo momento in cui le comunità sono fortemente provate dalla crisi della pandemia>>. Filippa D’Angelo che era stata definita dal collega Giuseppe Speranza “consigliere incompatibile a convenienza”, replica e afferma: <<I consiglieri di minoranza, piuttosto che entrare in aula a dibattere e difendere i diritti della cittadinanza, hanno preferito, come loro consuetudine, nascondersi nella stanza dei consiglieri aspettando la trattazione del 17° e del 18° punto entrando nel merito di una competenza che, sicuramente, non è del consiglio comunale, trattandosi di lavoratori, peraltro nemmeno dipendenti comunali.
Come maggioranza siamo molto soddisfatti dell’approvazione del Regolamento dell’Albo degli avvocati, del Regolamento della polizia municipale, di quello del Contrasto all’Evasione e della Rateizzazione, tutti regolamenti che ci hanno impegnato tempo ma che garantiscono una gestione non superficiale della cosa pubblica. Altri atti importanti sono stati quelli che hanno seguito i lavori della IV Commissione, infatti abbiamo nuovamente dovuto approvare una integrazione al Piano Triennale delle Opere Pubbliche, visto che ci sono stati approvati due progetti per altrettante opere pubbliche che verranno fatte, il progetto dell’Asilo Nido e il Progetto della Rigenerazione Urbana che vedrà la riqualificazione della nostra villa comunale Falcone-Borsellino>>. D’Angelo rimarca il suo operato personale e conclude dicendo:<< Il mio orgoglio è anche quello di vedere concretizzare due atti di indirizzo a mia firma che hanno trovato l’approvazione in consiglio comunale e la giusta attenzione da parte del responsabile dell’Ufficio tecnico. Agli effimeri attacchi che vorrebbero perpetrarmi i consiglieri di minoranza, ossia che io, in qualità di consigliere, sarei “incompatibile a convenienza”, rispondo con fatti e dati alla mano. Mai sono stata assente, mai ho abbandonato l’aula, mai mi sono sottratta alle responsabilità che mi sono proprie, mai ho votato per partito preso, e potrei continuare dicendo che mai mi sono piegata a nessuna logica, invece li invito a portare a conoscenza della cittadinanza, che li ha portati in aula consiliare perché rappresentassero quella sana opposizione, tutti gli atti e tutte le proposte portate in aula per contribuire al miglioramento della nostra cittadina: nessuna. Dovrebbero solo vergognarsi perché dal 2015, Valguarnera non ha una opposizione ma una minoranza che scende nei personalismi, nelle offese, anche personali, nel vile tentativo di trascinare la “politica” in un’aula di tribunale, loro che tanto parlano e invitano al garbo istituzionale dovrebbero prima acquisirlo poiché non hanno rispetto né dei ruoli né della persona che continuamente offendono con il loro linguaggio.
Noi consiglieri di maggioranza continuiamo uniti a percorrere il cammino che abbiamo tracciato fin qui, sempre nel rispetto dei cittadini e per il bene comune>>.

Arcangelo Santamaria