Franco Palermo eletto Presidente della Società Rurale Cristiana

E’ stata rinnovata la deputazione della Società Rurale Cristiana, che dal 2021 al 2024, guiderà l’antico sodalizio cittadino. Questi i componenti: Franco Palermo (Presidente); Ignazio Calì (vice presidente); Giovanni Giarrizzo (cassiere); Antonio Arena (segretario) e Francesco Manetta componente della deputazione. La Società Rurale Cristiana di Valguarnera, fu fondata nel 1900 da don Giuseppe Lomonaco, società cooperativa in nome collettivo, avente lo scopo di migliorare la condizione morale e materiale dei soci, gabellando loro delle terre e concedendo prestiti in denaro e derrate con varie facilitazioni. Alla presentazione della nuova deputazione erano presenti alcune istituzioni comunali con la sindaca Francesca Draià che ha inaugurato anche una mostra fotografica sull’agricoltura, l’assessore Gianluca Arena e il consigliere comunale Luca Bonanno. Per l’occasione sono intervenuti anche il senatore Fabrizio Trentacoste e l’imprenditore Totò Arena. <<Abbiamo accettato questo incarico- dice il presidente Franco Palermo- mettendo impegno e responsabilità, proponendo delle iniziative nel campo agricolo e mandando un messaggio alla collettività (nello specifico ai giovani), per migliorare la propria attività e promuovere i loro prodotti a vari livelli in Italia e all’estero. Siamo disponibili a collaborare con il Comune di Valguarnera- aggiunge Palermo- per conseguire miglioramenti nelle varie filiere >>. I primi obiettivi sono già stati fissati. <<Miglioreremo e razionalizzeremo- annuncia Palermo- lo spazio interno al sodalizio, creando una zona di conversazione e il salone di rappresentanza, rendendolo disponibile per incontri e dibattiti che riguardano la nostra piccola comunità. La deputazione si sta impegnando a creare e sviluppare una piccola biblioteca che conterrà libri riguardanti il campo dell’agricoltura e altri testi dei nostri scrittori conterranei, primo fra tutti, Francesco Lanza. La deputazione attuale avrà cura di cercare tutti i soci over 85 per premiarli con un attestato di fedeltà e benemerenza per il lungo periodo di affiliazione a questo sodalizio. Vogliamo, inoltre, istituire, in collaborazione con l’amministrazione comunale, un premio per tutti quelli che si sono distinti nel campo agricolo e che hanno trasformato e migliorato i nostri prodotti, mettendoli in commercio, esportandoli nei mercati nazionali ed europei>>. Franco Palermo si dice soddisfatto del simposio che è seguito alla presentazione della deputazione: <<Da Totò Arena, patron dei supermercati Decò, ma intervenuto in qualità di imprenditore agricolo nel campo olivicolo- dice Franco Palermo è stata lanciata una idea importante per la nostra comunità. Arena ha proposto di creare una piattaforma a Dittaino per raccogliere tutti prodotti autoctoni; latte, olio, mandorle, fichidindia, marmellate, miele e zafferano. Piena collaborazione alle iniziative della Società rurale cristiana, è stata offerta dalla sindaca Draià e dal senatore Trentacoste>>.

Arcangelo Santamaria