Problemi per una valguarnerese che si è recata in ospedale per il vaccino

<< All’ Hub vaccinale dell’ospedale Umberto I di Enna, sabato sera, si sono rifiutati di somministrarmi la seconda dose del vaccino Moderna, dicendo che essendo l’unica presente ad avere bisogno del vaccino Moderna non potevano aprire una fiala solo per me>>.  A rivolgersi alla nostra Redazione e raccontare quanto accaduto é Salvatrice Di Maria, una giovane donna valguarnerese che é su tutte le furie per quanto accadutole. <<Ci trattano come burattini- afferma la donna- spingendoci a vaccinarci ma poi non riescono ad organizzare un adeguato servizio. Avevo in calendario la seconda dose per lo scorso 20 ottobre ma non potendo andare ad Enna per quel giorno ho telefonato e mi hanno detto che sarei potuta andare quando volevo. Cosi sabato pomeriggio mi sono recata ad Enna ed ho perso anche un giorno di lavoro, facendo coincidere la data anche con la somministrazione della seconda dose del vaccino (Pfizer), ai miei genitori. Mi spiace per quanto accaduto- conclude Salvatrice Di Maria- anche perché in un momento di tensione abbiamo chiamato anche i carabinieri visto che si sono anche rifiutati di mettere per iscritto la motivazione per la quale non mi è stato somministrato il vaccino. Però è giusto raccontare quanto accaduto affinché simili situazioni non si verifichino più>>.

Nel momento in cui scriviamo l’articolo, Salvatrice Di Maria ci comunica che proprio ieri le hanno somministrato il vaccino.

Arcangelo Santamaria