Manutenzione verde pubblico, Speranza: “Spesa di 30mila euro evitabile se si fossero attivati i Puc”

I 30 mila euro di recente impiegati dall’amministrazione comunale valguarnerese per affidare la manutenzione per un anno delle aree verdi alla ditta Matarazzo, secondo il consigliere comunale, Giuseppe Speranza <<sono una spesa incomprensibile che si sarebbe potuta evitare se si fossero attivati i cosiddetti Puc che consentono di avviare per questo tipo di lavori i soggetti percettori del Reddito di cittadinanza che a Valguarnera sono circa 300>>. Il consigliere del gruppo Libertà è partecipazione, aggiunge:<< Da settimane i sindaci siciliani di oltre 200 comuni chiedono interventi normativi e finanziari urgenti per superare le criticità strutturali che ad oggi impediscono di approvare i bilanci entro il 31 dicembre. Anche il nostro Comune nel mese di giugno aveva prodotto una delibera di Giunta denunciando gravi criticità finanziarie e difficoltà nel predisporre il bilancio di previsione 2021/2023. Un quadro complesso che questa Amministrazione e le forze politiche che la sostengono sembrano non cogliere>>. I 30 mila euro che dovranno uscire dalle casse comunali per la manutenzione delle aree verdi, secondo Speranza, potevano essere risparmiati. <<Da un lato si denunciano gravi criticità finanziarie, dall’altro la spesa pubblica- dice Speranza- sembra non ravvisare opportune misure di contenimento da parte dell’amministrazione comunale. Mesi addietro con una interrogazione avevamo tentato di fare comprendere l’urgenza di avviare senza ulteriore esitazione questi progetti Puc proprio in relazione agli ambiti previsti dalla normativa, che avrebbero appunto consentito una necessaria manutenzione delle aree verdi senza ulteriore aggravio di costi per i nostri cittadini. Anche in quell’occasione avevamo ricevuto risposte rassicuranti, salvo oggi registrare l’ennesimo spreco di denaro pubblico. Un ulteriore salasso per le nostre finanze in una comunità dove i cittadini denunciano l’assenza di servizi essenziali come il mancato ritiro degli ingombranti previsto nel piano finanziario proprio come la manutenzione del verde pubblico, ma la tariffa registra anche quest’anno un aumento del 30%>>.

Arcangelo Santamaria