Viene da fuori per una visita al Poliambulatorio ma non può accedere perchè è sulla sedia a rotelle e non funziona il montascale

Quanto accaduto ieri mattina al Poliambulatorio comunale, lo avevamo anticipato con una breve nota sulla nostra pagina FB. Adesso pubblichiamo integralmente la versione dei fatti, raccontata dal signor Domenico Dassaro, figlio dell’anziana paziente che non è potuta entrare nei locali sanitari, perché il montascale della struttura non è funzionante e la signora per deambulare ha bisogno di una sedia a rotelle. Ovviamente rimaniamo a disposizione dell’Azienda sanitaria provinciale di Enna che gestisce il poliambulatorio di Valguarnera, per una eventuale replica.

Arcangelo Santamaria

“Cos’è la dignità? Molto spesso mi domando, soprattutto negli ultimi 3 anni cos’è la dignità dell’individuo ma non ho trovato risposta, probabilmente perché la si perde dietro l’angolo come i diritti… Ma non per questo non bisogna lottare per i propri diritti, denunciare ogni prevaricazione, però mi accorgo in questa terra Siciliana che c’è fin troppa paura… paura di vergognarsi di prendersi un diritto è non solo, in questo caso è la salute di una persona, fondamentale, perciò si sta zitti, una cultura sbagliata… Ma non dovrebbe funzionare così…purtroppo funziona così nella maggior parte dei casi… Siamo esclusivamente noi a tutelarci in ogni senso… Non aspettiamoci la manna dal cielo.

Circa un mese fa prenoto una visita di una certa importanza presso il C. U. P. dell’Asp di Enna ove spiego che la paziente è 80% impossibilità nella deambulazione, mi assicurano che non ci sono problemi perché c’è un macchinario { un montascale} per disabili con problemi di deambulazione. Mi indicano che tale visita sarà effettuata il 4.10.2022 alle ore 10.30 presso i poliambulatori di Valguarnera Caropepe { EN}. Si arriva a tale giorno, sveglia presto per arrivare in orario, arrivati, mi rivolgo presso l’ufficio accettazione per effettuare la registrazione dell’impegnativa. Allorché spiego che mia madre ha serie difficoltà nel camminare, chiedo del Montascale, mi dicono i sanitari che non funziona semplicemente perché i poliambulatori sono in procinto di spostarsi in altra sede… Rimango perplesso… come si nota dalle foto, credo che il macchinario non viene utilizzato da parecchio tempo… Allora chiedo un intervento delle forze dell’ordine, dopo pochi minuti arriva un auto della Polizia Municipale di Valguarnera i 2 agenti scendono senza nessun dispositivo individuale anticovid19 mi chiedono soltanto cosa è successo e spiego il tutto… Chiedo anche se con cortesia potevano darmi una mano nel salire mia madre presso il poliambulatorio di ortopedia per effettuare la visita, ma questo non è stato fatto nonostante si sono offerti. Alla fine i 2 agenti trovano una soluzione, la visita viene fatta all’interno della casa di riposo per anziani gestita da suore, adiacente ai locali Asp, presso una stanza adibita ad infermeria. Certo da i 2 agenti mi aspettavo tutt’altro… magari un verbale stilato per l’accaduto ed informare gli organi competenti. Ciò che mi fa veramente incazzare è che tutti sanno ma nessuno fa niente… Iniziando dal primo cittadino di Valguarnera Caropepe, come tale ha l’obbligo di tutelare la salute, l’obbligo di comunicare determinate situazioni Asp di Enna, come in questo caso è far di tutto, anzi il di più che tali situazioni non accadessero più… Mi fa incazzare che un disabile debba fare una visita in locali che non sono pertinenza Dell ‘Asp, tale Asp è una vergogna. E’ vergogna tutto quel sistema di clientelismo e bustarelle. Vergognatevi, ma non potete vergognarvi perché non conoscete la vergogna ma ancor di più non sapete cosa vuol dire dignità. Ringrazio di cuore le suore con la loro gentilezza hanno fornito disponibilità. Fino a quando staremo zitti questo sistema continuerà a calpestare la dignità dell’individuo…”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: