Giuseppe Giarrizzo sempre più in alto. Nuovo record 2,06 metri

Salti ancora da record per Giuseppe Emanuele Giarrizzo che ad Enna nel corso del Meeting di Primavera svoltosi ieri ad Enna stabilisce nell’Alto con mt. 2,06, oltre al suo nuovo primato personale nonché record provinciale, anche la terza prestazione stagionale italiana all’aperto della categoria Promesse. Il forte atleta della Pro Sport ’85 Valguarnera che lo scorso anno aveva superato per la prima volta i 2 mt. quest’anno è andato in crescendo di forma e dopo un 2,01 all’inizio di maggio e il 2,03 di Palermo a metà del mese ha ulteriormente incrementato le sue prestazioni portandosi a 2,06 lasciando intravedere ulteriori margini di progresso. Gara di notevole spessore tecnico quella svoltasi al “Tino Pregadio” di Enna. Giuseppe Giarrizzo, stimolato dalla presenza in pedana di Andrea Magnano della Milone Siracusa a sua volta miglioratosi fino a 2,03, ha iniziato la gara a 1,88 passando poi a 1,94, 2,00 e 2,03 tutti saltati al primo tentativo. A 2,06 due errori nelle prime due prove e misura poi superata di slancio alla terza con molta luce. A 2,08, misura che rappresenta il minimo per partecipare agli Italiani Assoluti, ha fallito seppur di poco le tre prove. Il 2,06 rappresenta come detto la terza prestazione stagionale italiana della categoria Promesse e rappresenta un buon viatico per i Campionati Italiani di categoria in programma a Grosseto il 12 giugno.

In gara ad Enna al Meeting di Primavera per i colori della Pro Sport ’85 anche il velocista Giuseppe Ragno che nei 100 ha eguagliato con 11″30 controvento il suo personale di inizio stagione anche se l’obbiettivo dello junior valguarnerese è il crono di 11″06 che gli permetterebbe di partecipare ai Campionati Italiani Giovanili. Appuntamento rimandato, si spera, alla prossima settimana.

Sei salti nulli invece per Valentina Agata Rubino nel Salto in Lungo che, alle prese con una nuova rincorsa più lunga della precedente e con il vento a folate che le impediva di calibrarla bene, pur atterrando molto lontano non è riuscita a piazzare alcun salto valido. Comunque una gara da non buttare via, visto che alcuni salti nulli erano ben oltre i 5,70. Adesso la prospettiva, registrando meglio la rincorsa, è quella di lottare per aggiudicarsi il titolo siciliano la prossima settimana ai Campionati Regionali Assoluti di Palermo e preparare con una misura di valore i Nazionali Promesse di Grosseto.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: