Il Sindaco traccia un primo bilancio della sua attività: “Valguarnera può vantarsi di essere uno dei paesi più puliti della provincia”

Valguarnera – Esprime soddisfazione il sindaco, Francesca Draià, per l’approvazione del bilancio consuntivo da parte della sua giunta. <<Così come promesso- dice Draià- lo abbiamo fatto entro i tempi dovuti, mantenendo fede agli impegni presi>>. Il primo cittadino, che da circa un anno governa la città, inizia a tracciare un primo bilancio, ma sopratutto elenca quanto fatto di recente dalla sua amministrazione. <<In queste ore abbiamo ripulito dalla erbacce i viali del cimitero e stiamo mantenendo puliti e decorosi tutti i quartieri del paese. Purtroppo- afferma Francesca Draià- questa opera di pulizia delle erbacce dobbiamo affrontarla con la forza lavoro di sole 4 unità, oltretutto impiegate a tempo determinato. Ma stiamo cercando di rendere costante questo tipo di servizio, affidando ad una ditta privata e per l’intero anno la pulizia del paese dalle erbacce. In ogni caso- aggiunge orgogliosa il sindaco- Valguarnera può vantarsi di essere uno dei paesi più puliti della provincia>>. Francesca Draià, mette mani all’elenco delle cose fatte, parlando anche del ripristino di alcuni marciapiedi e del rifacimento di diversa pavimentazione di alcune arterie urbane. Poi aggiunge:<< Proprio in questi giorni, con una spesa di 15 mila euro, da una ditta specializzata nell’espurgo,  stiamo facendo ripulire tutte le caditoie del centro abitato. Questo- afferma- era un lavoro che non si faceva da ben 7 anni>>. Dall’ordinaria amministrazione alle emergenze. Il sindaco Draià, parla della chiusura del poliambulatorio. <<Sin dal primo istante- dice- non abbiamo lesinato energie nel trovare una rapida soluzione che consentisse alla nostra cittadinanza di non patire i disagi. Per i servizi di Guardia medica e del 118, abbiamo subito messo a disposizione e sgomberato la sede che era della polizia municipale. Entro questa settimana entrambi questi presidi sanitari saranno trasferiti in questo nostro immobile>>. Per il resto dei servizi sanitari che dal 18 aprile sono stati trasferiti ad Enna e Piazza Armerina, il sindaco, aggiunge: << Abbiamo più volte incontrato i vertici dell’Azienda sanitaria e in uno degli ultimi incontri abbiamo portato con noi il deputato, Mario Alloro che fa parte anche della commissione regionale Sanità, appunto per dimostrare che la nostra attenzione sul presente e sul fututo del poliambulatorio valguarnerese è massima.>> Sui ritardi nel trasferimento dei servizi del poliambulatorio negli attigui locali della casa di riposo “Il boccone del povero”, Draià spiega:<<Purtroppo i tempi tecnici ed i passaggi burocratici hanno inciso negativamente. Ma posso garantire che nessuno ha perso tempo e che vigileremo affinchè tutti i servizi sanitari tornino quantoprima in paese, così come vigileremo sui lavori di ristrutturazione del poliambulatorio>>.

Arcangelo Santamaria