Amministrazione Draià in crisi. Ieri riunione fino a sera, poi tutto rientra.

E’ bastata ieri mattina una seduta lampo del consiglio comunale per sancire, con molta probabilità, una ulteriore rottura del gruppo dell’ex maggioranza che fa capo al sindaco Francesca Draià. Dopo lo scioglimento della seduta, durata come detto pochi minuti, e il distinguo delle due consigliere, il sindaco Draià, da quel che è emerso, è andata su tutte le furie, tanto da voler sciogliere immediatamente la Giunta per nominarne una nuova di zecca.

Continua a leggere

Concetta Dragà nominata Vice Presidente del Consiglio. La nuova maggioranza: “Il Bilancio composto da somme totalmente fuori controllo”

Il Gruppo che sostiene il Sindaco è ormai in minoranza, L’elezione di Concetta Dragà è l’espressione politica della nuova maggioranza che afferma: “Giunta e consiglieri che sostengono il sindaco Draià, sono oramai un corpo estraneo rispetto al contesto dei bisogni e degli interessi di questa comunità . Il Sindaco avrebbe dovuto effettuare una corretta programmazione delle somme fin qui utilizzate; somme che invece sono totalmente fuori controllo. Basti pensare alle continue spese legali per contenziosi che ci vedono ormai da anni perdenti”

Continua a leggere

Il Tar respinge il ricorso del Sindaco sull’ospitalità dei migranti. Il Comune di Valguarnera condannato a pagare le spese processuali

I giudici del Tar Sicilia sezione staccata di Catania, respingono l’impugnativa presentata dal sindaco Francesca Draià, sul ricorso presentato dall’Avvocatura dello Stato, riguardante l’ospitalità dei migranti sul territorio e condannano il Comune in persona del sindaco pro-tempore, alla rifusione delle spese processuali sostenute dal Ministero degli Interni per un importo di euro…

Continua a leggere

Il consigliere Cavallaro contesta il programma dell’estate valguarnerese. Il Sindaco replica: “Solo eventi senza costi”

Secondo Maria Grazia Cavallaro, c’è il rischio che varie associazioni rimarranno a bocca asciutta. “Il programma estivo è stato varato senza che il bilancio comunale sia stato ancora approvato. Se non ci sono soldi le associazioni resteranno senza contributo”

Continua a leggere

Il Comune installerà una nuova “Casa dell’acqua”.

Nell’atto deliberativo il governo cittadino ha stabilito che il prezzo massimo dell’acqua naturale e frizzante non potrà superare i 5 centesimi al litro. Adesso gli uffici comunali competenti, una volta acquisito l’atto di indirizzo della giunta municipale, dovranno predisporre il relativo bando pubblico al quale potranno prendere parte le ditte che intendono installare e gestire la nuova “Casa dell’acqua”.

Continua a leggere