Polizia denuncia giovane piazzese per detenzione a fini di spaccio di marijuana

Nel pomeriggio di lunedì, nell’ambito dell’implementazione dei servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti disposti dal Questore di Enna, Dr. Antonino Pietro Romeo, personale della Squadra Mobile di Enna – diretto dal V.Q.A. Dr. Gabriele Presti e coordinato dal Commissario Capo Dr. Emanuele Vaccaro – e del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina – diretto dal Commissario Capo Dr. Vincenzo Sangiorgio – nel percorrere alcune vie del centro di Piazza Armerina, notava un giovane in atteggiamento sospetto.

I poliziotti si avvedevano della presenza di U. M. classe ’96, già noto per i suoi numerosi precedenti specifici, appiedato, che improvvisamente si accovacciava fra le auto in sosta, come a voler simulare di “allacciarsi delle scarpe”.

Tale atteggiamento sospetto induceva pertanto i poliziotti a fermare il giovane pregiudicato piazzese, e in sede di perquisizione personale, all’interno di una delle tasche del giubbotto indossato, rinvenivano una busta in cellophane trasparente all’interno della quale vi era della marijuana. La sostanza, successivamente pesata presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, risultava pari a circa 15 grammi netti.

Visto quanto emerso all’esito dell’attività di polizia, il giovane U.M. veniva denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti, ai sensi dell’art. 73 D.P.R. 309/90.

Questa ulteriore denuncia, aggiunta ai numerosi arresti dei mesi precedenti, testimonia l’incessante impegno della Polizia di Stato in questa Provincia – ed in particolare nel territorio di Piazza Armerina – nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti; un impegno che non conosce sosta, e finalizzato a “stroncare” sul nascere l’attività di “nuove leve” e “vecchie conoscenze” nel tentativo di creare un fiorente mercato di sostanze stupefacenti nella Città dei Mosaici.