Bagarre giudiziaria all’interno della Polizia Municipale di Valguarnera

E’ bagarre giudiziaria all’interno della polizia municipale valguarnerese, a seguito dei carichi pendenti e delle condanne che stanno coinvolgendo tre componenti dell’organigramma cittadino. Due di essi, l’ispettore Giuseppe Pelligra e l’ex comandante della polizia municipale, Francesco Villareale al momento sono sospesi dal servizio, mentre il terzo, l’ispettore Francesco Stazzone, è l’unico rimasto in servizio a Valguarnera e l’unico al quale è stata restituita la pistola d’ordinanza, dopo il provvedimento di qualche mese addietro, emesso dal sindaco, Francesca Draià, che aveva disarmato i tre vigili per timore che gli screzi tra i tre potessero degenerare. Nel frattempo la macchina della giustizia è andata avanti e l’ex comandante, Francesco Villareale, qualche giorno addietro è stato condannato in primo grado dal tribunale di Enna a 4 mesi di reclusione (pena sospesa) e al risarcimento di 5mila euro alla parte civile, per il reato di falsa testimonianza. Villareale, secondo una indagine archiviata nel 2010 e che sarebbe stata riaperta nel 2016 a seguito di una denuncia dell’ispettore Francesco Stazzone alla procura della Repubblica di Enna, con una falsa testimonianza avrebbe favorito l’ispettore Giuseppe Pelligra, che era stato denunciato da una cittadina valguarnerese per tentata violenza sessuale. Da qui il rinvio a giudizio di Villareale, che nel frattempo ricopre la funzione di responsabile del polizia municipale nel vicino comune di Aidone, e la condanna di qualche giorno addietro emessa dal giudice, Luisa Maria Bruno. Condanna contro la quale, ritenendosi non colpevole, Villareale ha intenzione di appellarsi. E mentre l’ispettore Giuseppe Pelligra è in attesa del processo che lo riguarda, guai giudiziari sono arrivati anche per l’ispettore Francesco Stazzone che è stato rinviato a giudizio per diffamazione nei confronti di Giuseppe Pelligra. Anche la posizione giudiziaria di Francesco Stazzone, al momento sarebbe al vaglio dell’Ufficio Disciplinare del comune di Valguarnera, al quale si sono rivolti Villareale e Pelligra, difesi dagli avvocati Salvatore e Luigi Spinello. Villareale e Pelligra chiedendo al sindaco Draià di assumere informazioni, presso la procura della repubblica di Enna, nei riguardi dell’ispettore Stazzone, sul quale, secondo i due, penderebbe anche una denuncia per furto aggravato di gas. Nel frattempo, dal sindaco Francesca Draià, è stato nominato un nuovo comandante della polizia municipale. Si tratta del dottor Giuseppe Principato, luogotenente dei carabinieri in pensione, residente a Mascalucia, che al momento ha preso il posto del comandante, Armando Bellofiore che era stato chiamato a sostituire Francesco Villareale.

Arcangelo Santamaria