Filippo Randazzo è campione italiano per la quinta volta

Filippo Randazzo porta a casa il quinto titolo italiano Assoluti di salto in lungo ed è di nuovo festa in casa della Pro Sport 85 Valguarnera. Randazzo, infatti, nonostante sia un tesserato della Fiamme Gialle, non ha mai reciso il suo cordone ombelicale con il team valguarnerese nel quale è atleticamente nato e cresciuto. Ancora oggi, quando ritorna in Sicilia, l’ormai plurimedagliato ragazzo di San Cono (Ct), continua ad allenarsi a Valguarnera sotto l’occhio vigile e competente del suo padre putativo, Carmelo Giarrizzo, colui il quale lo ha forgiato sino a renderlo noto nel panorama sportivo nazionale e internazionale. E il quinto titolo iridato conquistato da Filippo Randazzo, sabato sera ai Campionati Italiani che si sono svolti a Padova, ha generato nuovo entusiasmo in casa della Pro Sport 85 Valguarnera del presidente Filippo Giarrizzo, che ha festeggiato il 7,77, balzo che ha consentito al pupillo di casa di indossare nuovamente la maglia tricolore. Il presidente, Filippo Giarrizzo, orgoglioso del fatto che durante la telecronaca delle gare padovane sia stata nominata Valguarnera che ha dato i natali sportivi a Filippo Randazzo, non ha mancato di sottolineare le oramai croniche condizioni malandate della pista di atletica del campo sportivo di Valguarnera, nella quale la Pro Sport 85 continua a svolgere la propria attività svolgendo una importante funziona sociale e sportiva. I complimenti a Randazzo e alla Pro Sport 85 Valguarnera sono arrivati da ogni parte, così come, però, non sono mancate le punzecchiature all’amministrazione comunale della sindaca Francesca Draià che in 5 anni non ha speso un solo euro per la pista di atletica ma ha invece acceso un mutuo di 700mila euro al Credito Sportivo per potere realizzare un campo di calcio a 5 in contrada Marcato.

Arcangelo Santamaria