Gli esiti degli atleti della Pro Sport 85 ai Campionati Italiani Promesse

Un 10° e un 17° posto, per Giuseppe Giarrizzo e Valentina Rubino, atleti della Pro Sport 85 Valguarnera, ai Campionati italiani Promesse. Giuseppe Giarrizzo ha chiuso con un buon 10° posto la finale del salto in Alto, ma con una misura di 1,92 che non lo soddisfa pienamente, visto che quest’anno aveva ripetutamente saltato la misura di 1,97 e migliorato a Palermo il record provinciale assoluto che già gli apparteneva con la misura di 2,00 metri. Giarrizzo ha cominciato la gara a 1,87, passato brillantemente alla prima prova, così come al primo tentativo ha superato l’asticella posta a 1,92. A 1,97, dopo due prove con i soliti problemi di rincorsa, alla terza sembrava essere riuscito nell’impresa di superare la misura. Però ha toccato l’asticella con i piedi e si è dovuto arrendere accontentandosi della decima piazza. Anche Valentina Rubino nel salto in Lungo ambiva a qualcosa di meglio, visto che quest’anno all’esordio stagionale aveva piazzato la misura di 5,50, minimo per partecipare a questi Campionati. E le gare successive sembravano confermare la bontà della scelta di vita dell’atleta di Bronte di trasferirsi alla Pro Sport 85. A Grosseto, Rubino ha iniziato la gara emozionata con un 5,17 di sicurezza. Alla seconda prova aggiungeva 9 centimetri e allungava a 5,26. Alla terza prova tentava il tutto per tutto per migliorare la sua posizione in classifica ma purtroppo quello che sembrava essere il salto migliore veniva annullato per aver pizzicato la plastilina. Alla fine è arrivato il 17° posto nella finale con la misura di 5,26. Il commento del presidente della Pro Sport 85 Valguarnera, Filippo Giarrizzo:<<Sicuramente speravano in qualcosa di meglio a livello di prestazione dai nostri due rappresentanti in gara. Però possono ritenersi parzialmente soddisfatti per il piazzamento e, soprattutto, per avere portato a termine una stagione strana e travagliata causa il lockdown con un bilancio per il 2021 sicuramente positivo per aver fatto segnare durante l’estate risultati importanti. Adesso i nostri due atleti di punta- conclude il presidente Giarrizzo- si fermano qualche settimana per ricaricarsi e successivamente affrontare la dura preparazione invernale in vista della stagione al coperto di inizio 2021>>. Ma cosa dicono i due atleti? Giuseppe Giarrizzo: <<Se avessi realizzato 1,97 alla prima prova, avrei scalato diverse posizioni in classifica e mi sarei piazzato a ridosso del podio. Penso comunque di avere dato il massimo in gara e solo un problema di rincorsa, che mi portava ad essere troppo sotto l’asticella, mi ha impedito di passare la misura. Il problema delle rincorse, che spesso a misure più alte riescono meno bene è dovuto al fatto di dovermi allenare in palestra con solo sei appoggi senza poter provare una rincorsa più lunga nel pistino di Valguarnera. Purtroppo la carenza degli impianti penalizza non solo me ma anche gli altri atleti della Pro Sport. Spero per la preparazione della prossima stagione di potermi allenare un paio di giorni la settimana al Campo di Atletica di Enna per poter colmare le lacune e progredire ancora, visto che anche il prossimo anno sarò ancora nella categoria Promesse. Tra l’altro sono già in possesso del minimo per i prossimi Campionati Italiani Indoor e potrò prepararmi tutto l’inverno con serenità senza dover andare a ricercare la gare per realizzare lo standard di partecipazione>>.Valentina Rubino: <<Un anno fa non ci avrebbe scommesso nessuno. E invece quest’anno ho partecipato ad un campionato italiano. Comunque vada, avevo pensato, ma sono consapevole che potevo fare sicuramente meglio. Penso anche a quello che ho passato negli ultimi due anni e so che nessun altro sarebbe riuscito ad affrontare tutte le situazioni che ho affrontato io. Grosseto è stato un mix di emozioni, una gara importante nel mio anno del cambiamento. Un po’ di amaro c’è, ma c’è anche tanta forza per guardare avanti con fiducia>>.

Arcangelo Santamaria