Approvato il bilancio della giunta Draià.

Dopo vari rinvii e tante polemiche il consiglio comunale valguarnerese approva il bilancio consuntivo e quello di previsione ed arriva finalmente al traguardo il Dup (Documento Unico di Programmazione), presentato dalla giunta Draià ma modificato da una maggioranza trasversale in aula. Il gruppo consiliare L’Altra Voce per Valguarnera, Forza Italia e i consiglieri Cristofero Alessi e Fabio Arena (Pd) e l’indipendente e Debora Ruta hanno approvato una serie di modifiche sostanziali al Dup. <<E’ stato certificato dice il gruppo di consiglieri- che l’anticipazione di cassa è pari a un milione 300 mila euro e che tale situazione comporta il pagamento di 60mila euro annui di interessi. A seguito di ciò abbiamo proposto ed è stato approvato un piano di rientro non inferiore a 300 mila euro entro il primo semestre del prossimo anno>>. Occorre recuperare soldi e tale proposito i consiglieri, Giuseppe Speranza, Giuseppe Arcuria, Giuseppe Profeta, Concetta Draga, Maria Grazia Cavallaro, Cristofero Alessi, Fabio Arena e Debora Ruta hanno proposto di sospendere il pagamento delle indennità degli amministratori, del presidente del consiglio comunale, dei gettoni di presenza percepiti dai consiglieri comunali, di ridurre del 50 per cento le somme previste per le Posizioni Organizzative e gli incentivi ai funzionari, fino a quanto non verrà raggiunto l’obiettivo di ridurre l’anticipazione di cassa. << Abbiamo conferito mandato al sindaco Draià- dicono gli 8 consiglieri- di porre in atto la rotazione delle figure professionali con particolare riferimento agli incarichi fiduciari; rimodulare la dotazione organica al fine di recuperare risorse finanziarie e disponibilità oraria per la stabilizzazione di nuovo personale; rimodulare il Piano Triennale per la Prevenzione e Corruzione secondo i criteri stabiliti dal consiglio comunale così come previsto dall’Anac; destinare risorse finanziarie con lo scopo di organizzare un convegno con la presenza di esperti qualificati in grado di elaborare una seria e sostenibile strategia di sviluppo economico, sociale e culturale per il nostro territorio; rimodulare il Piano Triennale delle assunzioni e il Regolamento dei Servizi e degli Uffici in base alle direttive che verranno dettate dal consiglio comunale così come previsto dal Tule e dallo statuto comunale; garantire una gestione del patrimonio immobiliare in maniera coerente con la destinazione d’uso; prevedere una graduale riduzione delle imposte e delle tasse per agevolare le fasce deboli della popolazione e il tessuto produttivo locale. La nuova maggioranza consiliare ha anche modificato il bilancio di previsione proposto dalla giunta comunale presentando e approvando una serie di emendamenti con lo scopo di ridurre la tassa sui rifiuti per le utenze non domestiche (attività commerciali, bar, ristoranti, negozi, studi professionali ecc.); garantire una serie di misure agevolative a sostegno dei disabili gravi, quali il pagamento del trasporto verso le strutture di cura e l’assistenza domiciliare; borse di studio e viaggi all’estero per studenti meritevoli; bonus natalità per contrastare il drastico calo delle nascite, fornitura trio e sacchetti per differenziata, proposta di riduzione Imu, misure per immobili abbandonati da destinare a giovani coppie>>.

Arcangelo Santamaria