Castoro chiede i danni morali ed esistenziali al Comune

Prosegue la querelle giudiziaria tra l’ex consigliere comunale Nino Castoro e il comune di Valguarnera per le vicende legate alla posizione lavorativa di Castoro, in qualità di dipendente della ditta Traina Srl che a Valguarnera gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Il comune di Valguarnera si è costituito in giudizio davanti al tribunale di Enna (Sezione lavoro), per opposizione al ricorso da parte di Nino Castoro contro la ditta Traina e contro il comune di Valguarnera. Nino Castoro, dimessosi da consigliere comunale del Pd, proprio per le vicende legate alla sua posizione lavorative, a suo dire, intrecciatesi con la sua posizione politica avversa alla sindaca Francesca Draia’, con il ricorso al tribunale di Enna tende a dimostrare che sia stato vittima di atteggiamenti vessatori, posti in essere per la sua posizione politica. Atteggiamenti che, secondo quanto sostenuto dal legale dell’ex consigliere comunale, gli avrebbero causato danni morali ed esistenziali quantificabili in 10 mila euro, somma che Nino Castoro chiede a titolo di risarcimento danni. La giunta comunale ha autorizzato la sindaca Draia’ a costituirsi in giudizio e a procedere alla scelta di un avvocato di fiducia.

Arcangelo Santamaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: