Sequestro preventivo di denaro e beni agli amministratori della società del servizio Cup dell’Asp di Enna

I fatti distrattivi risalgono al 2016 e sono stati esposti dall’A.S.P. in una denuncia, inoltrata nel mese di gennaio 2017, ove si quantificava complessivamente l’ammanco in 685 mila euro. La società era affidataria del servizio sin dal 2012 e lo svolgeva attraverso le postazioni di “front office” nei presidi ospedalieri – ove prestavano attività dipendenti della medesima società, incaricati di ricevere le prenotazioni delle visite, nonché di riscuotere giornalmente i “tickets” versati dagli utenti richiedenti visita.

Continua a leggere